MON FRÈRE

Esistono prati

dove l’erba ha l’odore della menzogna.

Non ci sono città

per tutte le mie ossa sparpagliate.

Non ci sono lingue

per tutte le mie ragioni disincantate.

L’erba laverà le mie ossa sepolte sotto l’acacia

genererà radici.

Sentirò i cavalli nitrire, decine in branco correranno.

Bellissimi cavalli passeranno sopra il mio cuore

sulle mie orecchie che avevano avuto fiducia.

Sarò sola nella rossa pelle del deserto

Ma tu, Fratello, 

non metterai altri lividi nelle mie pulsazioni.

Essi travalicano la canapa che mi ricopre

più esile del grano

più estesa di questa quiete che in residuo di audizione

chiede

Mai più altri lividi

Mon Frère”-

IncantoErrante

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here